Beni mobili

Apocalisse attribuita ad A.M. Viani - Basilica di S.Benedetto in Polirone

Committente:
Chiesa Parrocchiale di S.Benedetto Po
Località:
S.Benedetto Po (MN)
Anno:
2007

La pulitura è stata la prima e più impegnativa operazione di restauro che è consistita infatti nell’eliminazione di questa vernice utilizzando opportune miste di solventi, tramite saggi e seòpre concordando l’esito degli interventi con l’ispettrice della Soprintendenza Dr. Giuseppina Marti.

Una volta eliminata o attenuata la suddetta vernice sono però emerse numerosissime ridipinture probabilmente a base oleosa eseguite con due diversi intenti: ripresa delle lacune sulla superfice in generale ma in particolare presenti nella parte bassa (es: riprese interpretative sulle fiamme, rifacimento di parte dell’occhio dx del demonio e in basso sul dragone), mascheramento di centinaia di schizzi grigiastri che il vecchio intervento di pulitura non ha saputo togliere; la causa della formazione delle macchie può essere stata la continua caduta di materiale fissante (schizzi di cera, resine o altro) sulla superfice dipinta che ha in questo modo fissato fortemente la vecchia patina di sporco allora presente. Mentre l’eliminazione delle ridipintrure è stata relativamente semplice, la pulitura di questi schizzi non è stata agevole ma il metodo a base di impacchi localizzati ha dato esiti soddisfacenti e definitivi in un’ottica conservativa e di tutela dell’opera.

A pulitura terminata le cromie si sono vivacizzate e i contrasti di luce e ombra hanno finalmente definito l’originale plasticità delle forme. Sulle zone con presenza di lacche o finiture bituminose (S. Michele e manto della vergine), la pulitura è stata selettivamente diversa e superficiale per non danneggiare le finiture stesse che a volte subiscono per loro natura alterazioni non reversibili. La stuccatura è stata limitata alle lacune in sottolivello mentre si sono conservate le vecchie stuccature a gesso e colla ove stabili e non invasive.

Il ritocco pittorico si è limitato al reintegro delle lacune interpretabili per fortuna limitate, utilizzando il metodo del “rigatino” e della velatura . Alcune parti in particolare, ad es. l’occhio già menzionato del demone e in generale la parte inferiore del dipinto hanno richiesto maggiore impegno interpretativo.

La verniciatura finale ha concluso le operazioni.

Indietro Avanti

bnb

Studio di restauro Billoni & Negri
Piazza S. Barbara, 21 - 46100 Mantova
Tel: 0376 321679